Su, su… non prenderla sul personale: lascia che mi spieghi.

Da quando faccio Network, mi rendo conto che uno dei problemi fondamentali delle persone che si approcciano a questo lavoro è parlare troppo.

E non intendo “qualche frase di troppo”… intendo che siamo proprio a livelli logorroici!

Persone che si spacciano per Networkers professionisti, quando, in realtà, li vedi condurre trattative imbarazzanti con poveri prospect che sono le persone sbagliate, nel posto sbagliato e nel momento sbagliato.

Sì, perché per loro “fare attività” significa parlare senza freni di quello che fanno con chiunque commetta l’errore madornale di dargli corda!

È la vecchia mentalità, no?

<<Per fare il venditore devi avere parlantina e non fermarti mai!>>

Peccato che questa mentalità funzionasse bene negli anni del Boom Economico in Italia.

E’ evidente che non siamo più negli anni del Boom Economico: se mantieni questo atteggiamento i Networkers professionisti ti rideranno dietro fino a spezzarsi le costole, vedendo che fai l’attività come la facevano i loro nonni!

Al giorno d’oggi, in poche parole, le cose non funzionano più così.

Devi fare silenzio e ascoltare, non rincoglionire di parole chi ti sta ascoltando!

Perché questo cambio di tendenza rispetto alla vendita di una volta?

Semplice: quando sta bene, la gente spende e non aspetta altro che qualcuno gli proponga qualcosa di figo per avere qualcosa di esclusivo che li faccia distinguere da tutti gli altri benestanti; ascoltano tutto ciò che hai da dirgli, sono affamati di informazioni, vogliono quello che tu hai per loro stessi.

Peccato che, al giorno d’oggi, non sia più così.

La gente fa molta attenzione ai propri risparmi, non li cede a chiunque; inoltre, la gente non sopporta più che i venditori cerchino spudoratamente di rifilargli la loro robaccia.

E, con questo clima piacevole… tu cerchi davvero di vendere la tua roba come facevano sessant’anni fa???

Pazzo!

I tempi sono cambiati e devi fartene una ragione!

Non è più tempo di tante belle parole; è tempo di chiudere la bocca, misurare le parole e aprire bene le orecchie.

Ma questo è il punto: quasi nessuno lo fa, ecco perché le cose vanno tutte a… rotoli, al giorno d’oggi!

Perché questa nuova regola non viene applicata non solo nell’attività di vendita, ma in qualsiasi ambito della vita di ognuno.

Apriamo una piccola parentesi.

Le relazioni di tutti i tipi, da quelle amorose alle amicizie, da quelle lavorative a quelle familiari, al giorno d’oggi hanno un tempo vita davvero ridotto e sai perché?

Be’, per molti motivi, ma una delle cause principali di rottura dei rapporti è l’incapacità delle parti di tacere e ascoltare l’altra metà.

Tutti sono impegnati a voler farsi sentire, ad alzare la voce per prevalere sull’altro; perché è nella natura umana parlare, voler essere al centro dell’attenzione, esigere comprensione, essere capiti, essere egoisti…

Ma se due persone, entrambe con queste qualità, cercano di creare un rapporto, cosa potrà venirne fuori? Un massacro, no?

Il punto è che nessuno si ferma a pensare a tutto ciò; è per questo che tutto è allo sfascio.

È per questo che il Network e i Networkers stanno decadendo!

Per quanto sia un’attività che, potenzialmente, farebbe acquisire capacità molto importanti alle persone che la praticano, essa viene portata avanti nella maniera peggiore possibile da chi crede di sapere come funziona.

Ed ecco, quindi, che vedrai orde di Networkers fare telefonate imbarazzanti dove cominceranno a snocciolare la loro nuova attività, invasati come delle fangirls… con il risultato di ricevere il telefono chiuso in faccia e il loro contatto bloccato forever.

E, anche in caso dovessero riuscire a fare una telefonata decente, poi arriverà il momento dell’appuntamento o del colloquio.

Apriti cielo!

Sarà tutto un trionfo di elogi dell’azienda, della storia della fondazione, delle memorie del fondatore (con tanto di album dei ricordi), di mission e vision assolutamente utopistiche e buoniste che sicuramente non prevederanno mai i soldi, ma solo il bene della gente, dell’opportunità fantastica che capita una sola volta nella vita, del treno e del biglietto che gli stanno offrendo, della pazzia che sarebbe non approfittare di questa occasione…

E intanto il prospect o se n’è andato o si è impiccato.

Gli hai rotto le palle!

Lo hai allontanato invece di avvicinarlo!

E perché?

Solo perché hai messo te stesso prima di lui.

Lo hai invitato con una scusa del c…o, lui si è sentito attirato, perché credeva che tu avessi interesse per lui… e, invece, avevi interesse solamente a parlare di te stesso e della tua attività che a lui non frega assolutamente una cippa.

<<Eh, ma dovrebbe fregargli! Interessa anche a lui, in fondo!>>

Può essere… ma il tuo modo di fare non gli ha fatto capire questo.

La realtà è che quella persona che avevi davanti, voleva solamente che tu ascoltassi quello che aveva da dire.

Ma tu non l’hai fatto.

Hai messo te stesso sul podio e lui o lei giù ad ammirarti.

Hai dimostrato di essere un poveretto che ha bisogno di qualcuno che lo stia a sentire e che penda dalle sue labbra.

Gli sei sembrato, semplicemente, uno che vale meno di lui stesso, un mendicante di attenzioni… e, per quanto ti parli di “opportunità”, uno che appare come un povero mendicante, come può essere credibile?

Ecco perché non concludi niente.

Ecco perché non ti ascoltano e se ne vanno.

La soluzione a tutto ciò?

Stai zitto e ascolta chi hai davanti, prima di cominciare a parlare di quello che vuoi tu!

Questo è il primo passo in assoluto per cominciare ad avere successo in questa attività.

Come dicono sempre, senza mai applicarlo: abbiamo una bocca e due orecchie, perché dobbiamo ascoltare due volte in più di quello che parliamo.

Fai tuo questo modo di dire e applicalo quotidianamente!

Lo so che non è facile, ma così si inizia… altrimenti non ci sarà mai un futuro per la tua attività.

Ma, forse, hai ancora qualche dubbio.

Non sai come fare per imparare l’arte della trattativa, a partire dalla sottile arte del “fare silenzio e ascoltare”?

Sì, perché questo è solo l’inizio, non è che basti stare zitti e tendere le orecchie per arrivare al risultato.

Ci sono molte altre sfaccettature da apprendere e applicare.

Se desideri avviare un percorso personale per imparare questa e molte altre skills essenziali per avviare un business di successo nel Network Marketing (e non solo), allora contattami all’indirizzo mail ufficiale di Caesar Networkers info@caesar-networkers.it.

Entrerai in contatto con il primo progetto di formazione professionale nel campo del Network Marketing in Italia e imparerai tecniche e strategie per creare, consolidare e far sviluppare il tuo business.

Cosa aspetti?

Contattami a info@caesar-neteworkers.it e prenota LA TUA PRIMA CONSULENZA DI 50 MINUTI COMPLETAMENTE GRATUITA.

Scoprirai tutti i vantaggi della tecnica dell’ascolto attivo e inizierai, finalmente, a fare sul serio!