Ci sono tantissimi elementi che fanno di un Networker… un vero Networker.

Un anno non basterebbe per elencarli tutti…

Però posso svelarti, in questo articolo, quali sono i 5 passi essenziali per fregiarsi, di diritto, del titolo di Networker.

Be’, se mi stai leggendo o se mi segui da un po’, sai già che non si tratta delle solite cose barbare.

 

Sì, sai, del tipo:

 

<<Per fare Network devi avere una buona parlantina e devi saper intortare la gente!>>

 

Oppure quell’altra eresia:

 

<<Per avere successo, nel Network, devi parlare della tua favolosa opportunità a tutte le persone che si trovano nel raggio di un metro da te>>

 

O la peggiore di tutte:

 

<<Se vuoi vendere di più, condividi, condividi, CONDIVIDI!>>

 

No, queste cose non fanno per noi… e nemmeno per te!

Sai, nell’arco degli anni ho avuto diverse esperienze nel campo del Network e mi sono reso conto che tutti quelli che usavano quelle tre frasi fastidiose hanno fatto strada nel Network semplicemente trangugiando e sfruttando al limite i poveri malcapitati che commettevano l’errore di chiedere: <<Scusa, ma di cosa si tratta?>>

Mi dispiace contraddire questi “grandi” del Network, ma… questo non è per niente Network Marketing professionale.

È rompere le balle alla gente ed estorcerle i soldi nelle maniere più fantasiose possibili, finché non riescono a mandarti a quel paese e non li vedi più.

E queste persone saranno proprio quelle che diranno che il Network non funziona, che è tutto una truffa, che chi fa questo mestiere è un impostore.

Tutto questo sfacelo solo perché la gente che si autoproclama “Networker” non sa minimamente fare il proprio lavoro!

Tutti a condividere, a ballare sui tavoli, a motivarsi…

Sono anni che porto avanti la causa della professionalità in questo mestiere assolutamente regolare come tutti gli altri mestieri “tradizionali”.

Ecco perché oggi voglio condividere una piccola perla con te.

Sono 5 passi quasi banali da spiegare, ma che racchiudono in sé l’essenza di quello che è davvero il Network Marketing professionale.

Quando qualcuno ancora ti dirà che l’unica soluzione è condividere o parlare con chiunque respiri o quando ti diranno che, se fai questo mestiere, sei un poco di buono… tu ricordati di questi 5 gioielli, ignora i mentecatti e continua a fare la tua attività come il professionista che sei.

 

Pronto a scoprire le basi della tua attività?

Andiamo !

 

Passo n° 1 – Usa i prodotti/servizi del tuo fornitore

 

Inutile dire che è più facile vendere una cosa che usi.

C’è una metafora che piace molto ai formatori motivazionali e, per una volta, voglio appropriarmene per far passare il concetto: se lavori per la Mercedes, non vai in giro con un BMW!

Non fraintendermi: bisogna trovare il giusto equilibrio.

Non puoi non usare i prodotti/servizi che promuovi, ma nemmeno diventare un fanatico “uomo cartellone” che va in giro ad importunare le persone, tirandogli dietro i prodotti a tradimento perché sono pazzi a non volerli provare!

Insomma, prima di essere venditore, è bene che tu sia un… come dire… “consumatore responsabile”.

Non è obbligatorio essere un consumatore di quello che vendi, ma esserlo ti darà una certamente una marcia in più.

 

Passo n° 2 – Creati un solido parco clienti

 

Ogni business esistente a questo mondo DEVE avere dei clienti per proliferare.

Se tu offri un prodotto/servizio… a chi lo offriresti sennò?

È inutile continuare a parlare di condivisione con parenti stretti, larghi e amici sventurati!

Ci vogliono clienti paganti, che comprino da te in maniera ricorrente e che continuino a comprare (possibilmente) sempre di più.

Lo so che è più semplice nascondersi dietro alla favoletta del “condividi con le persone a cui tieni di più” e vedere come va, ma, sul serio, non farlo! Mai!

Ti potrà andare bene le prime volte, ma ti assicuro che in questo modo ti sei già messo il cappio al collo!

Un business basato esclusivamente sul condivisionismo da newagisti risvoltinati non fa mai una bella fine.

Se, invece, la tua intenzione è quella di non fallire dopo pochi mesi, allora una cosa deve essere chiara: se hai un prodotto/servizio devi avere dei clienti paganti a cui vendere (non condividere).

E, per fare tutto ciò, il processo è molto più complicato del “Dagli il prodotto!” oppure “Dagli più prodotto!”

Non posso spiegarti o insegnarti tutto quello che c’è da sapere sulla vendita o sul business plan o sulla cura del cliente o su mille altre cose che servono per portare avanti con successo la tua attività di Network, ma puoi trovare un piccolo spunto in più leggendo l’articolo a questo link o, comunque, facendoti un giro sugli articoli del blog del sito di Caesar Networkers.

 

Passo n° 3 – Sponsorizza poche persone

 

Quando vedo i palloni gonfiati che si pavoneggiano con le loro 200 o 300 prime linee, mi viene da ridere mentre li strangolo.

Sono arci-stra-sicuro che, di quelle centinaia di persone, probabilmente 3 o 4 persone fanno davvero l’attività (quando va bene): tutti gli altri sono i classici arrotondini (sempre se va bene) o, peggio, i clienti con lo sconto leggermente condivisionisti.

Sì, lo so: riempie la bocca sparare ai quattro venti di avere un esercito sotto di sé… ma anche un pugno sui denti riempie la bocca ed è quello che, alla fine della storia, arriverà a chi continua a preferire l’ampiezza di struttura alla profondità.

Dammi retta, lo so che sembra una frase scontata, ma dammi retta: è meglio la qualità della quantità.

Lo so che ti fa sentire piccolo piccolo piccino picciò vedere quelli che si vantano di avere centinaia di galoppini… io sono stato il primo a sentirmi così, quando ho cominciato a fare Network, ma dopo un po’ di tempo mi sono reso conto di tutta la fuffa che ci sta dietro!

Quelle persone non hanno idea di cosa vorrebbe dire seguire uno per uno tutti quei collaboratori.

Ti dico solo che, per avere in squadra un collaboratore, io faccio come minimo tre colloqui ad ogni persona (decidendo spesso di scartare), poi gli faccio la formazione base con affiancamento praticamente 7 giorni su 7, senza contare i corsi di avanzamento tecnico-periodici, il monitoraggio giornaliero, eccetera…

Sì sì, è molto credibile che queste persone facciano tutto ciò e molto altro per ognuno dei loro 200/300 “collaboratori”.

Ricordati: pochi ma buoni!

 

Passo n° 4 – Insegna e sii di supporto al tuo team

 

Be’, questo punto si aggancia per forza al punto precedente…

Non puoi sponsorizzare un collaboratore e lasciarlo a se stesso!

Devi stargli dietro, formarlo, aiutarlo…

Lo so che, magari, per te sarà scontato, ma ti assicuro che là fuori la gente non fa niente di tutto ciò.

Accalappiano la persona, riescono in qualche modo subdolo a farle acquistare il kit di ingresso e poi la lasciano a se stessa, perché tanto “basta che parli a tutti quelli che incontri di quanto sia fantastico questo prodotto”.

Non rispondono alle telefonate, ai whatsapp nemmeno, non si fanno più trovare, perché devono impiegare il loro tempo a trovare qualcun altro a cui appioppare il kit di ingresso per salire di qualifica e guadagnare su quell’unica vendita, non a formare e continuare a guadagnare su quelli già sponsorizzati… troppo fatica.

No!

Il tuo team deve essere la tua priorità; devi supportare tutti i suoi membri e insegnargli a fare lo stesso con i loro collaboratori.

Così e solo così si va avanti.

 

Passo n° 5 – Ripeti ancora, ancora, ancora e ancora

 

Non fermarti mai!

Hai scelto di fare Network Marketing, quindi sei diventato il famoso “imprenditore di te stesso”… ma per davvero.

E gli imprenditori, per quanto sia difficile e, a volte, davvero davvero pesante, non mollano (soprattutto se sanno fare il proprio lavoro).

Ogni giorno, ogni settimana, questo è il ritornello che dovrai ripetere per avere la possibilità di portare avanti il tuo business.

Questo è quanto.

 

*    *    *

 

Facile no?

In fondo sono 5 piccoli punti su cui basarsi per fondare la propria attività di Network Marketing…

Sì, è vero: come detto all’inizio, è facile spiegarli sicuramente, ma metterli in atto… è tutta un’altra cosa.

E il Network è tutt’altro che facile.

Se sei nuovo, spero non ti sia spaventato, ma ti avverto che noi di Caesar Networkers siamo estremamente diretti e pragmatici.

Il nostro scopo è fornirti strategie infallibili e tecniche spietate per aiutarti nella costruzione del tuo business… non balli di gruppo e motivazione galoppante.

Per restare in contatto con il nostro team e la community, iscriviti al gruppo Facebook di Caesar Networkers.

E, per i veterani del nostro team, non perdetevi il prossimo articolo sul tema del Network Marketing professionale!