STAI COMMETTENDO ANCHE TU QUESTO ERRORE NELLA TUA ATTIVITÀ DI NETWORK MARKETING?

By | 2 September 2019

Un errore da principianti che, a lungo andare, farà colare a picco il tuo business

Il tema Network Marketing è da sempre preda di giudizi contrapposti… neanche a dirlo, giusto?

C’è chi dice che sia la modalità di commercio del futuro, altri dicono che sia l’attività ideale su cui investire per guadagnare, altri ancora che con questo business si facciano soldi facili e, infine, quelli che dicono che il Network sia una boiata per attirare gli allocchi.

Cooomunque… oggi vogliamo concentrarci su una cosa in particolare che viene detta sul tema Network Marketing.

Una cosa detta quasi sempre sia dai professionisti, sia da chi non ne capisce proprio tanto tanto di questa attività.

<<Lavora con il Network! Di questi tempi una seconda entrata fa comodo a chiunque>>

Ecco, questa è la frase incriminata.

A causa di questa frase, la maggior parte dei cosiddetti “Networkers” sta completamente sbagliando metodo di lavoro!

Perché?

Perché lo scopo primario del Network non è assolutamente quello di crearsi una seconda entrata economica!

So che sembra assurdo, quando tutti dicono il contrario, ma è proprio così.

In realtà il lavoro nel Network Marketing serve per crearti, sì, un’entrata economica più o meno grande, ma, e soprattutto, serve per crearti un’entrata economica continua nel tempo!

Il Network non è un’occupazione temporanea, ideata da qualche perditempo ignorante per farti portare a casa “qualche soldino in più” (insopportabile frase da bambini dell’asilo!).

Il Network Marketing è un accurato e studiato sistema di vendita che ha come scopo la diffusione di un prodotto distribuito da venditori che guadagnano direttamente da queste vendite  e che hanno a loro volta una rete ben formata di venditori da cui continueranno a guadagnare anche quando, magari, avranno deciso di non dedicare più così tanto tempo al business o ne avranno impiantato un altro.

Non è un modo per fare “i soldini” (bleah!) finché non ti trovi un posto fisso!

Forse la questione può non sembrarti tanto grave e ti starai sicuramente chiedendo: 

<<Perché questo qua si incazza così tanto? Se uno vuole una seconda entrata, che lavori per avere qualche soldo in più!>>

Ok, sì, hai ragione, una persona può mettersi a fare Network Marketing solo per arrotondare… ma sicuramente non potrà fare parte della tua squadra, se tu sei un Networker professionista.

Tu stai creando una squadra di persone che hanno come scopo quello di fare carriera nel Network.

Pensa se portassi avanti il tuo business con questa filosofia! Cosa succederebbe?

I tuoi collaboratori si focalizzerebbero solamente sul portare a casa le loro provvigioni a fine mese, a vendere come forsennati per fare salti di qualifica, a dare via kit e iscrivere persone senza usare un minimo di giudizio, solo perché fa volume e un soldino (ancora?!) in più nella fattura non fa schifo…

E la costruzione del business che dovreste portare avanti tutti insieme?

<<Eh, ma devo avere soldi subito, devo vendere tanto per portare a casa le provvigioni. Il business lo sto già sviluppando, no?>>

No.

Non è così che si sviluppa un business e sia tu che i tuoi collaboratori dovreste essere consapevoli di questo.

Se non trasmetterai questa mentalità ai tuoi compagni, anzi, trasmetterai loro la mentalità sbagliata, ti ritroverai ad aver duplicato delle figure lavorative tossiche, che, invece di far sviluppare il tuo business, lo faranno funzionare alla grande per un po’… e poi lo affosseranno!

Le stesse idee con cui li crescerai, saranno quelle con cui loro cresceranno a loro volta i propri collaboratori… e da questo dipenderà il tuo futuro reddito, non so se mi spiego.

Se li spingerai a lavorare solamente per la seconda entrata mensile e basta, sappi che vedrai il tuo business esplodere… i primi tempi.

La tua buona stella potrà durare uno, due, anche tre anni, se non di più, se sarai bravo a tirare su continuamente gente… ma oltre non potrà andare.

Prima o poi la struttura cesserà di esistere, perché i tuoi collaboratori avranno trovato altro, perché la loro rete avrà cominciato a scricchiolare e quella seconda entrata non sarà più quella dell’inizio, perché avranno perso una dopo l’altra le loro linee…

E tutto solo per aver sbagliato in partenza a fissare l’obiettivo!

Finirai per perdere tutto e sarai l’ennesimo Networker che ha avuto il suo momento di gloria, ma che non è stato in grado di gestirlo, finendo nel dimenticatoio e senza il suo reddito passivo (dopo tutti gli anni di lavoro fatto!).

Insomma: avrai lavorato per anni per crearti una rete che, alla fine, non ti darà quello per cui è stata creata.

Be’, non ci sarà da stupirsi se le persone continueranno a considerare il Network Marketing una buffonata.

Se lavori come un pazzo con un’attività del genere… e alla fine non ottieni la tua rendita passiva… allora vuol dire proprio non essere dei professionisti.

E tu?

Come stai sviluppando la tua attività di Network Marketing?

Stai educando i tuoi collaboratori ad avere una visione ampia e a lungo termine? Spero di sì.

Se, invece, anche tu sei uno di quei poveri malcapitati che sono stati cresciuti con l’idea della seconda entrata per i soldini (potrei vomitare!), allora è un bene che sia capitato su questo articolo.

C’è bisogno di rivedere tutto quanto!

Se vuoi avere successo nel Network (e, come hai capito, non parlo solo del successo immediato, ma, soprattutto, di quello anche futuro) allora la scuola di Caesar Networkers è quello che ci vuole.

Impara a costruire la tua attività di Network Marketing, partendo dalle giuste basi, fissando i giusti obiettivi per te e la tua squadra e portandoli avanti per costruire la tua rendita passiva nel tempo.

Author: Andrea Cesaro

Mi chiamo Andrea Cesaro, sono un Networker professionista e abito in provincia di Padova. Il mio obiettivo è quello di far conoscere le tecniche vincenti del vero network marketing al networker italiano, ancora troppo legato alle logiche degli anni 70-80, allo scopo di svecchiare e rendere rispettabile questa nobilissima Professione. Aut Caesar, aut nihil!

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *