Sì, lo so che come premessa non è esattamente l’ideale, ma è arrivato il momento della psicoterapia.

Qualche mese (o magari qualche anno) fa, hai deciso di intraprendere una nuova strada: quella del Network Marketing.

Prima avevi il tuo lavoro standard… dalle 9 alle 18 con un’ora di pausa pranzo, dal lunedì al venerdì… qualche straordinario qua e là… a volte molti straordinari… vacanze due volte l’anno… paga standard… qualche premio buttato lì…

Ma diciamo che, nonostante non te la passassi proprio malissimo, ad un certo punto ti sei un po’ stufato della routine, di fare sempre le stesse cose: ha cominciato a tormentarti un tarlo… il piccolo tarlo scontento.

 

“Voglio qualcosa di più…”

 

Sì, ok, ti baci le mani per lo stipendio che ti permette di non morire di fame, di sfamare e mantenere abbastanza bene la tua famiglia, ma…

 

“Voglio qualcosa di mio… voglio avere di più… per me e per la mia famiglia…”

 

E mentre ti scervellavi e cercavi di trovare una soluzione a questo tuo cruccio, ecco che si è presentata, su un piatto d’argento, la risposta: Network Marketing.

Sì, magari hai preso e ti sei informato per conto tuo su questo tipo di attività indipendente e, alla fine, hai scelto quella che faceva per te… oppure sei stato contattato da un tuo amico che ti ha coinvolto nel suo Network con entusiasmo e pacche sulle spalle.

Fatto sta che, ora ci sei dentro con tutte le scarpe.

Hai scoperto diversi lati, nascosti o meno, di questo particolare tipo di business e molti altri ancora ne dovrai scoprire, certo.

Ma una cosa, in particolare, ti ha colpito fin dall’inizio… la strana idea di leadership che sembra circolare in quell’ambiente.

La leggenda dello Sponsor

 

Esistono queste figure semi-mitologiche, chiamati Sponsor, la cui principale funzione, secondo la leggenda, dovrebbe essere quella di Maestro, di Guida, per i novelli Networkers che sono riusciti a coinvolgere in questo particolare business.

Si narra che lo Sponsor possieda capacità molto particolari di comunicazione e di leadership, accumulate in tutti i mesi o gli anni di attività, che lo rendono un esempio da seguire per tutti quelli che si sono approcciati al Network da poco.

Lo Sponsor, osservando attentamente tutti i suoi collaboratori, avrebbe il potere di far emergere, da ognuno di essi, le proprie capacità peculiari, sarebbe in grado di indirizzare nella maniera migliore le energie di tutti loro e li accompagnerebbe quasi “mano nella mano” verso la realizzazione dei loro obiettivi, progredendo anch’esso nel suo percorso lavorativo e di formazione.

Ma, ovviamente, di tutto ciò si parla nelle leggende popolari…

 

Lo Sponsor nella realtà

 

La verità è che, nel nostro settore, la figura dello Sponsor è, spesso e volentieri, completamente diversa dai racconti.

Questa figura ha perso “la sua miticità e la sua attraenza” e, ad oggi, in ogni azienda di Network Marketing puoi trovare delle pallide imitazioni di quello che dovrebbe essere la Guida, per eccellenza, della squadra.

Sono Sponsor addestrati da altri Sponsor con metodi caotici e privi di qualsiasi logica professionale…

Quindi non sarà raro vedere questi personaggi attorniati da persone in stato di venerazione pesante, che dispensano consigli assolutamente improbabili per caricarli, motivarli e fare in modo che continuino a portargli altre vittime da sacrificare sull’altare del Network.

 

<<Figliuolo, se desideri raggiungere il successo in questa attività, devi semplicemente parlare con più persone e reclutare più persone>>

 

<<Mio caro, te lo garantisco, una volta che avrai imparato la regola del “parla a chiunque, nel raggio di un metro, della tua fantastica opportunità”, vedrai la tua qualifica salire alle stelle!>>

 

<<Amico mio, l’anno prossimo anche tu sarai sul palco con me e insieme potremo urlare a pieni polmoni “Ce l’abbiamo fatta!” e “Condividete, condividete, condividete!”… in questo modo, saremo un esempio per tutti quelli che ci ascolteranno!>>

 

Ecco questo è, senza timore di esagerare, il tenore medio dei discorsi che fanno i leggendari Sponsor di oggi.

Molto poco leggendari, vero?

Ma è così, non credere di trovare tanto di meglio in giro.

Sappi che loro, nonostante le storielle di realizzazione personale che mettono in giro per attirare più polli, sono degli abilissimi venditori e manipolatori… nonostante siano i primi a dire che, per fare Network, non serve assolutamente vendere o manipolare la gente.

Ma… perché non lo dicono, allora???

Semplice: perché è molto più facile servirsi della droga chiamata motivazione, che non smazzarsi ad insegnare a vendere ai propri collaboratori.

Mostrare di aver raggiunto il successo, raccontando di aver semplicemente parlato con tante, tantissime, persone della straordinaria opportunità, accende molto di più che dire ad una persona: 

 

<<Guarda, mi sono dovuto fare il mazzo ventiquattr’ore su ventiquattro per imparare almeno le basi della vendita, per reclutare molte persone, la maggior parte delle quali, poi, se ne sono andate, ma con quelle che sono rimaste sono riuscito a crearmi una buona rendita mensile…>>

 

Le persone, di natura, preferiscono credere alle bugie dorate piuttosto che accettare la dura verità.

Ecco perché questi personaggi riescono a crearsi così tanto giro: perché la semplicità delle loro bugie attrae più della verità.

In realtà, sono persone che il Network lo fanno da decenni, che hanno una lista nomi infinita, creata in anni ed anni di reclutamenti senza ritegno, che, per arrivare alla qualifica che tanto sbandierano, hanno cacciato fuori un bel po’ di soldi, comprandosi l’ingresso in azienda anche grazie all’esercito di persone che hanno dimostrato di poter plagiare…

Un po’ lontani dalla figura di Sponsor che abbiamo visto assieme all’inizio, no?

Ma finora ci siamo concentrati solo su di loro…

Perché non cominciamo a concentrarci su di te???

I rischi che corri se finisci in pasto ad uno Sponsor-Macellaio

 

Ora hai un’idea più chiara delle persone che potresti incontrare nel tuo percorso di Network… o che, magari, hai anche già incontrato.

Se finisci nelle loro grinfie (o se ci sei già finito), be’, posso farti un quadro abbastanza completo di cosa ti succederà… e la cosa non ti piacerà per niente, ne sono certo.

Dicevo: se per un qualche malaugurato caso, ti ritrovi sotto ad uno di questi Sponsor, sappi che verrai trattato come carne da macello.

Letteralmente.

Ti faranno un sacco di complimenti per aver scelto di cambiare la tua vita attraverso questa attività.

Ti mostreranno tutte le meraviglie completamente artefatte di questo mondo che di dorato ha solamente le spille delle qualifiche più alte.

 

Ti convinceranno (oh, sì, ci riusciranno) che sia la cosa più facile del mondo: basta solamente parlare e condividere!

E, alla fine della fiera, ti daranno una bella pacca sul posteriore, come si fa con gli animali da allevamento, e ti diranno: 

 

<<Vai, puoi farcela! Vai e prendili tutti!>>

 

Se stai pensando che tutto ciò a te non potranno mai farlo… riflettici un po’ su e scoprirai che, purtroppo, l’hanno già fatto.

Ti hanno mandato al macello, in battaglia, senza mezzi, senza armi, senza strategie, senza tecniche, senza conoscenze o competenze.

Praticamente è come mandare uno con la terza elementare a progettare un missile… non perché tu sia incompetente, ma perché loro sono folli.

Non serve che ti dica quali sono le conseguenze di tutto ciò.

 

L’unica alternativa allo Sponsor-Macellaio

 

Be’, guarda, l’omicidio è reato, quindi, mi dispiace, ma questa soluzione è da non preferire.

Potresti cercare di staccarti dalla sua influenza e cercare qualcuno, all’interno dell’azienda, che sia un filo più normale, un vero Sponsor, e che ti dia delle linee guida migliori.

Mi rendo conto, però, che in quel tipo di ambienti è praticamente impossibile trovare qualcuno che non lavori a suon di motivazione, balli di gruppo e condivisione a manetta.

Perciò anche questa via non mi pare percorribile.

L’unica soluzione che mi resta da proporti è la scuola di Network Marketing di Caesar Networkers.

Siamo i primi in Italia a fornire formazione professionale per chi ha deciso di intraprendere l’attività di Network.

Niente storielle o stupide indicazioni motivazionali: solamente strategie infallibili e tecniche spietate per crearti la tua rendita nel Network Marketing.

Che tu venda creme o integratori, che tu commerci in aspirapolveri o filtri per l’acqua, che tu sia di Amway o di Chogan o di chissà che altra azienda… in Caesar Networkers potrai trovare le risposte che cerchi per riuscire finalmente ad avviare la tua attività professionale di Network Marketing.

Per restare in contatto con noi e ricevere ogni giorno notizie e curiosità dal mondo del Network, iscriviti al gruppo Facebook cliccando su questo link.

 

Ci vediamo al prossimo articolo!

E ricorda: se il tuo business non ti soddisfa…

licenzia il tuo Sponsor e affidati alla formazione professionale di Caesar Networkers!